3' di lettura

Asimmetria informativa

L’asimmetria informativa è uno dei fattori che rendono i modelli economici meno reali.

ASIMMETRIA INFORMATIVA - Episodio 2 "Principi di economia"

Capiamoci con un esempio

Ci sono due venditori di auto che vogliono vendere la stesso tipo di macchina, ma una è di buona qualità mentre l’altra è cattiva. I venditori sono consapevoli della qualità della loro auto. Il venditore di auto di buona qualità è disposto a venderla a 6000€, quello di cattiva a 2000€. Allo stesso modo l’acquirente è disposto a spendere 6000€ per l’auto buona e 2000€ per quella cattiva. Ma saprà l’effettiva qualità dell’auto solo dopo averla acquistata. Quindi esiste solo il 50% di possibilità di comprare un’auto buona. Allora l’acquirente vorrà spendere al massimo 4000€. Quindi questo taglierà fuori il venditore dell’auto buona, che non vorrà vendere a quella cifra. Quindi l’acquirente si accorgerà che in giro si vendono solo auto di cattiva qualità. Per cui sarà disposto a pagare solo 2000€. 

Fallimento di mercato

Il risultato è che quelli che sono disposti a vendere e a comprare a 6000€ non si incontreranno: si realizza un fallimento di mercato. Il fatto che esistano auto di cattiva qualità fa sì che le auto buone non vengano vendute. Non ci sarebbe fallimento di mercato se tutte le auto fossero buone.

Si possono aggiungere delle ipotesi

Ovvio che non è tutto bianco o nero. Facendo altre ipotesi si può arrivare a dire che anche le auto buone vengono vendute, ma a un prezzo più basso. Una delle ipotesi da fare è che esista capacità di ragionamento, e cioè che gli agenti economici conoscano come si comporta il modello. Nel caso dell’esempio delle auto, l’ipotesi è che compratori e venditori conoscano alcune informazioni. Un’altra ipotesi è quella che esista razionalità, cioè si impara a saper spendere con l’esperienza. Se compro un’auto a 6000€ fidandomi solo di quello che dice il venditore ma poi scopro che non è buona e che anche i miei amici non si sono trovati bene, allora imparerò a pagare meno nel caso dovessi acquistarne un’altra in futuro. Quindi il mercato si sviluppa verso una situazione di cosiddetta azione razionale.

Asimmetria informativa e fallimento di mercato

Se guardiamo il problema da un altro punto di vista, si potrebbe dire che la razionalità sia la vera causa del fallimento di mercato. Basti pensare al fatto che gli individui coinvolti potrebbero essere goffi, stupidi o scortesi. Queste variabili potrebbero addirittura fare in modo che il fallimento di mercato venga evitato. Ad esempio un compratore non si informa abbastanza sulle altre auto e compra direttamente quella da 6000€ di buona qualità, e gli va pure bene.

asimmetria informativa

Asimmetria informativa : conclusioni

Quindi in conclusione si può dire che l’asimmetria informativa è il problema principale. Sia nel caso in cui le auto buone non vengano vendute, si in quello che vengano vendute a un prezzo inferiore. Qui abbiamo fatto un esempio, ma l’asimmetria informativa si può verificare in molti altri ambiti. Come dice il termine stesso, una cattiva informazione, false pubblicità o propagande, potrebbero farci fare delle scelte che si riverserebbero sulla qualità della nostra vita.

Per ulteriori esempi, clicca qui.